Ripatransone

Sisma, Cgil segnala ditta non white list

L'azienda casertana Eni srl che si è aggiudicata l'appalto per i lavori per la messa in sicurezza della basilica di San Nicola di Tolentino (276 mila euro) non risulta iscritta nell'anagrafe antimafia per la ricostruzione post sisma e neanche nella 'white list' della prefettura di Caserta. Lo ha denunciato la Cgil di Macerata nel corso di una conferenza stampa per voce di Daniel Taddei (segretario provinciale) e Massimo De Luca (Fillea Cgil). La ditta, ha spiegato il sindacato, ha presentato domanda di iscrizione il 7 dicembre 2017 ma l'istanza non è stata ancora accolta e risulta in istruttoria come numerose altre domande anche datate 2015. La procedura ordinaria - affidata dalla committenza formata dai Comuni di Tolentino, Belforte, Caldarola, Camporotondo, Serrapetrona e Cessapalombo - non prevede l'obbligo di iscrizione alla 'white list' ma solo di aver fatto richiesta d'iscrizione.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie