Ripatransone

Sit-in CasaPound a Macerata

Centro di Macerata blindato a causa di un sit-in di CasaPound. Gli esponenti del movimento di ultradestra (una cinquantina di persone tra cui varie ragazze) hanno sfilato in piazza Cesare Battisti, circondata da un cordone di polizia, e hanno esposto due striscioni, uno contro l'accoglienza ("spaccio, degrado, violenza"), l'altro contro l'amministrazione comunale che "ha portato solo degrado e immigrazione". Negli interventi ci sono state anche parole di condanna per il fascioleghista Luca Traini, arrestato per il raid xenofobo a colpi di pistola contro i migranti. Fuori dei cordoni, nei vicoli circostanti, rappresentanti dei centri sociali e di varie sigle, compresa l'Anpi. Ci sono stati momenti di tensione, ma la polizia, intervenuta con agenti in assetto di sommossa e con veicoli che hanno bloccato le strade, ha impedito che le due fazioni venissero a contatto. Alla fine, dopo uno scambio di slogan, i manifestanti di CasaPound sono stati accompagnati fuori e si sono allontanati.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie